CHE ACQUA (A.s. 2019/2021)

Il progetto cheAcqua, finanziato dalla Fondazione CARITRO, desidera avvicinare le nuove generazioni al mondo dell’acqua, cercando di affrontare i molteplici aspetti ad essa legati: disponibilità, qualità, usi, diritti, modalità di accesso e monitoraggio della qualità della risorsa idrica (controlli dei fattori fisico-chimici e biologici), prestando particolare attenzione al contesto locale entro il quale il progetto si svolge. L’intento primario è quello di sostenere, promuovere ed incrementare nei cittadini di domani la consapevolezza sulle tematiche di tutela, sostenibilita’ ed educazione ambientale. Da qualche anno FBK propone alle scuole del territorio progettualità strutturate in task – assegnate a classi appartenenti ad istituti scolastici differenti – che consentono agli studenti coinvolti di sperimentare ed approfondire in prima persona la complessità delle situazioni che caratterizzano il mondo dell’innovazione e a comprenderne i conseguenti impatti sulla società. Fondamentale importanza rivestiranno i momenti di approfondimento teorico-sperimentali tenuti da specialisti del settore, le visite alle centrali e ai laboratori di Dolomiti Energia e APPA, le attività di monitoraggio sul territorio e di sperimentazione all’interno dei laboratori scolastici di chimica ed informatica.

Il progetto, in tutte le sue fasi, verrà costantemente presidiato dalle realtà operanti nel settore: l’Unità Organizzativa ACQUA dell’Agenzia Provinciale per la protezione dell’ambiente (APPA) farà da garante pubblico del controllo della qualità dell’acqua superficiale in Trentino, Dolomiti Energia darà supporto per il controllo dell’acqua potabile e per l’uso idroelettrico dell’acqua. Il Consiglio Nazionale Forense (CNF) seguirà il tema relativo all’accesso alla risorsa idrica come diritto e bene comune, l’Università di Trento interverrà con un contributo su aspetti legislativi e impatti socio-economici, l’Associazione per il Disegno Industriale (ADI) affiancherà gli studenti negli aspetti di logo e design, mentre FBK fornirà spunti in merito all’evoluzione storica dell’approvvigionamento idrico in Trentino, su nuove tecnologie (IoT) e microsensoristica volte ad ottimizzare i consumi irrigui in ambito agricolo. Ci sarà anche la novità del coinvolgimento di una classe di scuola superiore di Bologna che, seguita dal CNR di Bologna, analizzerà le influenze tra il bacino del mare Adriatico con la pianura Padana e la zona alpina. Oltre ai momenti formativi verranno fissati meeting fra tutor di progetto e gruppi di lavoro al fine di verificare l’andamento e gli sviluppi del progetto rispetto all’idea iniziale.

Nella sezione “Media Collegati” è possibile visualizzare lo schema di progetto che specifica soggetti/istituti scolastici coinvolti e rispettivi ruoli.

Scuole

Sostenitori

Partners

Eventi collegati