Racconta un’altra storia!

26 January 2018

Nessuno protegge meglio un essere umano contro la stupidità del pregiudizio, del razzismo, del settarismo religioso e politico, e del nazionalismo esclusivo che questa verità che invariabilmente compare nella grande letteratura: che gli uomini e le donne di ogni luogo e nazione sono essenzialmente uguali, e solo l’ingiustizia semina tra loro la discriminazione, la paura e lo sfruttamento (Mario Vargas Llosa)

Nella prospettiva auspicata da Llosa si colloca “Racconta un’altra storia!”, un percorso che intende promuovere nelle scuole superiori una riflessione sugli stereotipi, i pregiudizi, le discriminazioni e la violenza, verbale e non, nei confronti delle minoranze religiose con particolare attenzione all’analisi dei “discorsi di odio” (hate speech) prodotti anche attraverso i media.

Il progetto – proposto dalla Fondazione Bruno Kessler (FBK), e in particolare dal Centro per le Scienze Religiose (ISR) in collaborazione con l’Unità Ricerca e Innovazione per la Scuola – in affinità con il progetto internazionale Dangerous Speech (dangerousspeech.org),  intende supportare la trasmissione di informazioni corrette inerenti alla diversità religiosa. Diventa importante in questo contesto indirizzare i giovani ad accostarsi criticamente ai mezzi di informazione e ai social media, e a saper riconoscere le argomentazioni intolleranti e violente, affinando le capacità di produrre creativamente delle contro-narrazioni.

Sono tre le scuole del territorio – Liceo Linguistico S.M. Scholl (Trento), Liceo Scientifico A. Maffei (Riva del Garda), Liceo Artistico A. Vittoria / F. Depero (Trento / Rovereto) – che fanno parte del progetto, articolato in più fasi. Si va da quella iniziale che si concluderà entro gennaio, volta a mettere  a punto delle metodologie e degli strumenti, che spaziano dai primi incontri di presentazione con le scuole del territorio al recente incontro di avvio svoltosi presso FBK-ISR che ha coinvolto attivamente docenti e studenti destinatari dell’intervento.

Entro febbraio poi presso il Liceo Linguistico S.M. Scholl e il Liceo Scientifico A. Maffei, ISR realizzerà due laboratori volti a promuovere una riflessione sui pregiudizi, le discriminazioni e la violenza, verbale e non, nei confronti delle minoranze religiose attraverso l’analisi dei “discorsi di odio” prodotti sul web e nei media.

Conclusa la fase dei laboratori, si darà il via a percorsi di approfondimento che gli alunni entro aprile svilupperanno con la supervisione dei docenti referenti e dell’equipe ISR. Ogni percorso condurrà alla realizzazione di un prodotto (mappe tematiche, presentazioni, etc.), successivamente condiviso e discusso con le scuole coinvolte.

Interessante, a questo punto, il coinvolgimento del Liceo Artistico A. Vittoria / F. Depero, cui in maggio saranno presentati i lavori prodotti dagli altri due istituti. Sarà tale scuola a proseguire il lavoro, realizzando un prodotto finale complessivo.

Infatti, a partire dall’a.a. 2018-19, ed entro il mese di dicembre 2018, un gruppo di studenti di questa terza scuola delineerà un proprio percorso di approfondimento ed elaborazione con l’obiettivo di pervenire a un risultato finale capace di presentare e valorizzare quanto realizzato dai compagni dei primi due istituti coinvolti.

Terminato questo iter, i risultati e prodotti realizzati saranno presentati e discussi nell’ambito di un workshop presso FBK-ISR nel dicembre 2018, cui possono intervenire tutte le scuole attivate nella fase iniziale come rete del progetto e la cittadinanza.

Si aprirà infine una nuova progettazione per la prosecuzione del percorso, aperta alla partecipazione attiva delle scuole in rete.

FONTE: TrentinoCultura