You are here

Progetti

Nel quadro del programma FBKJUNIOR, con la rete dei Partner, ogni anno vengono condivisi e attivati progetti annuali e pluriennali tra Ricerca, mondo della Scuola, Imprese e Istituzioni, considerati nella vision FBK il “triangolo delle competenze”. La vision è di dare un contribuire alla formazione dei giovani, perché trovino la loro strada in un mondo che richiede innovazione continua, il Long Life Learning e un disegno di sviluppo economico e sociale sostenibile. Ogni progetto è programmato e documentato in Protocolli e Accordii, che descrivono l’azione specifica, le sue modalità attuative e di documentazione finale, indicano i responsabili Ricercatori per FBK, Docenti per la scuola, Imprenditori e Professionisti per il mondo del lavoro.

Il progetto Awese a wearable security intercetta una molteplicità di interessi e di bisogni sociali legati alla sicurezza al femminile. L’investimento è rivolto nello specifico alla formazione tecnica e specialistica di giovani impegnate a costruirsi un bagaglio solido di competenze culturali e specialistiche del settore della moda, indispensabili per vincere le difficoltà che l’attuale mercato del lavoro riserva alla componente femminile.
L’attenzione privilegia l’innovazione tecnologica e le sue applicazioni, quale volano sia per la ripresa economica sia per la diffusione di un nuovo benessere sociale.

DOMOSENS è un progetto che propone una nuova forma di collaborazione tra ricerca avanzata e una rete di Istituti di Istruzione secondaria. La sfida è la progettazione e il lancio sul mercato di un prodotto domotico innovativo: un sensore di controllo della qualità dell’ambiente casalingo, capace di segnalare la presenza di livelli di attenzione per Metano (in cucina o nel locale caldaia) e/o Monossido di carbonio (in soggiorno, dove ci sono stufe, nel locale caldaia). La partecipazlone di Istituti di diverso orientamento formativo, dal tecnologico all'artistico al commerciale, consentirà al prodotto finale di presentarsi completo di packaging, immagine coordinata, istruzioni per l'uso multilingue, analisi dei mercato, business plain... Il progetto ha vinto il Bando di finanziamento della Fondazione Caritro 2016.

Per festeggiare il 25° compleanno del grande laboratorio "Clean Room" il responsabile della "Micro-nano Characterization & Fabrication Facility£ - MNF- Pierluigi Bellutti ha voluto coinvolgere le giovani generazioni, in tre diverse iniziative.
La prima: ricostruire dalle testimonianze dirette dei protagonisti la storia della "Camera Pulita".
La seconda: un concorso di idee per il riutilizzo delle "maschere" di lavorazione dei dispositivi su silicio.
La terza: dare avvio a un progetto pluriennale di progettazione, produzione e promozione di un sensore per la sicurezza degli ambienti.

Il Laboratorio Smart Community, High Impact Initiative del Centro ICT è la principale interprete della tematica Smart City e Smart Territory. Nel quadro di due progetti europei ha coinvolto nell’anno 2013/2014 e nel corso del 2015 il Comune di Rovereto, di Trento e un Istituto superiore nella realizzazione di applicazioni nel campo della mobilità sostenibile, con l'obiettivo di offrire a cittadini e studenti un pianificatore di percorsi multimodali che utilizzino i trasporti pubblici delle città.

Nel 2015 continua con 3 degli 8 istituti aderenti, il progetto interdisciplinare E.T.. Il progetto è stato proposto all’inizio dell’anno scolastico 2013/2014 da un gruppo di ricercatori di diverse discipline nel quadro d’interesse dell’Agenzia per la Famiglia della Provincia autonoma di Trento.


Nel corso dell'anno scolastico 2015/2016 le classi 3°, 3B, 4A e 4B dell’Istituto Tecnico Tecnologico Informatica e Telecomunicazioni “Marie Curie” di Pergine e l’Unità di Ricerca ICT4Good del Centro ICT della Fondazione Bruno Kessler condividono il progetto CittadiniCrescono che si propone di promuovere i giovani come risorsa per la comunità attraverso un percorso di sensibilizzazione, coprogettazione e partecipazione al volontariato.

Nell'autunno del 2014 al Festival della Scienza di Genova è stato presentato con grande successo il progetto Cordata, avviato nell’anno scolastico 2011/2012. Cordata è nato con l’obiettivo di creare una comunità scientifica di studenti e docenti per affrontare in modo multidisciplinare le tematiche che emergono dalla Fisica delle particelle elementari ed astro-particellare. Nel contesto della teoria della relatività ristretta di Einstein, docenti e studenti possono effettuare esperimenti condivisi di misure dei raggi cosmici, grazie all’utilizzo di tecnologie progettate e prodotte dal laboratorio di Microfabbricazione di FBK.

il progetto redatto da TrentoRise in collaborazione con FBKJUNIOR ha proposto per l’anno scolastico 2013/2014 agli Istituti superiori, un percorso informativo e formativo che ha lo scopo di introdurre studenti ed insegnanti al mondo dell’imprenditoria e dell’innovazione tecnologica attraverso il confronto con l’esperienza diretta e le competenze dei partecipanti al programma TechPeaks.


Si inserisce nel contesto più generale del progetto di ricerca e innovazione TreC (Cartella Clinica del Cittadino) realizzato da FBK in stretta collaborazione con l’azienda provinciale per i servizi sanitari (APSS). Gli esercizi pilota sono stati realizzati e continuano con l’I.T.T. Marconi di Rovereto, a cominciare dall’anno scolastico 2012/2013. L’obiettivo è di contribuire alla formazione degli studenti sul fare impresa grazie alle tecnologie informatiche. Avvalendosi delle modalità esperte del progetto ACS della Federazione Trentina della Cooperazione, Socio di FBK, i ragazzi sono introdotti ai principi e metodi dell’impresa cooperativa come interprete di servizi innovativi, progettati dagli studenti e resi possibili dalle tecnologie ICT sviluppate in FBK.

nell'anno scolastico 2011/2012 gli istituti Scolastici della rete FBKJUNIOR sono stati invitati a partecipare ad un progetto di ricerca industriale denominato SeDuco - Semantic Content management System, avente come obiettivo la realizzazione e la sperimentazione di una piattaforma avanzata per la condivisione e la valorizzazione di contenuti e materiali didattici. Studenti e docenti hanno potuto sperimentare la piattaforma in via di prototipazione in qualità di fornitori di contenuti e contemporaneamente di utenti finali.